FreedomWings Project

Istituto Europeo per lo Sviluppo Socio Economico

Logo FreedomWings
titolo_dx

  • ITA_Partner
  • ITA_Abstract
  • ITA_Attivita'
  • ITA_Risultati
  • ITA_Deliverables

Project Abstract

 

 
Identificazione e diffusione delle buoni prassi europee sulla giustizia riparativa e valuta-zione del ruolo e applicazione della mediazione e delle misure alternative negli Stati membri dell'UE.

CONTESTO GENERALE
L'obiettivo generale del progetto è la diffusione, la raccolta e la promozione di buone prassi a livello transnazionale in materia di programmi di giustizia riparativa e mediazione e di misure di trattamento non detentivo. Va inoltre sottolineato l'obiettivo di contribuire all'adeguamento del sistema giuridico dei paesi partecipanti, come promesso, in particolare, i programmi di giustizia riparativa e mediazione (cfr. Decisione quadro del Consiglio dell'Unione europea relativa alla posizione della vittima nel procedimento penale , 2001/220/GAI, del 15 marzo 2001 e la risoluzio-ne sui piani d'azione per attuare la Dichiarazione di Vienna su criminalità e giustizia: le nuove sfide del ventunesimo secolo, Assemblea generale delle Nazioni Unite - n. 56/261, 31/01 / 2002, e la risoluzione dei principi di base sull'applicazione dei programmi di giustizia riparativa in materia penale, Consiglio Economico e Sociale delle Nazioni Unite n. 15/2002).

OBIETTIVI
Nello specifico, il progetto mira a:
1. Individuare percorsi di eccellenza nel trattamento di:
a) minori (14-18 anni) e giovani adulti (che abbiano commesso il reato da minori) affidati al siste-ma della giustizia minorile.
b) adulti in esecuzione di pena che abbiano intrapreso percorsi di riflessione “sulle possibili azioni di riparazione delle conseguenze del reato” tenuto conto dei diritti della vittima– in particolare gli affidati in prova al servizio sociale, i soggetti ammessi alla libertà condizionale e più in generale, tutti i condannati.
I paesi partecipanti dovranno individuare le misure che comprendono: per i minori e giovani adul-ti, gli interventi procedurali volti a ridurre l'uso della carcerazione come auspicato dalle Regole minime per l'Amministrazione della giustizia minorile, VII Congresso delle Nazioni Unite Bei-jing, 1985; per gli adulti, le misure alternative alla detenzione, come raccomandato dalle risoluzioni del Consiglio d'Europa e delle Nazioni Unite.
2. Comparare e valutare l’efficacia degli interventi erogati nel settore minorile.
3. Verificare il sistema di procedure operative utilizzate per i casi più rappresentativi soprattutto in relazione alla collaborazione interistituzionale tra operatori della giustizia minorile e ordinaria, forze di polizia, autorità giudiziaria, servizi del territorio, etc.
4. Verificare il sistema di norme e regolamentazioni applicative delle risoluzioni internazionali: percorsi formativi dei mediatori, procedure a tutela delle parti, normativa a tutela dei diritti delle vittime.
5. Verificare l’efficacia degli interventi di giustizia riparativa e mediazione penale attuati nell’ambito della giustizia minorile
6. Costruire una vision sulla giustizia riparativa e una metodologia di lavoro condivisa tra tutti i professionisti e le istituzioni competenti.





 

This website has been produced with the financial support of the Criminal Justice Programme of the European Commission. The contents of this publication are the sole responsibility of FREEDOM WINGS partners and can in no way be taken to reflect the views of the European Commission.